Segnalazioni

Wetlands: le terre d'acqua. Di Gabriele Espis

SpazioRaw in collaborazione con il Bìfoto Festival della Fotografia in Sardegna, propone un lavoro fotografico di Gabriele Espis nelle zone "umide" dell'oristanese.

Le "Wetlands" le zone umide della Sardegna, situate in prevalenza nella Provincia di Oristano, rivestono un ruolo determinante per l'ambiente essendo preziosi serbatoi di biodiversità anche per la presenza di numerose specie animali e vegetali.

In questi luoghi di confine tra la terra e l'acqua, Gabriele Espis si è immerso per fotografare specie rare come le gru, le oche selvatiche, le cicogne, che condividono gli specchi d'acqua con gabbiani e anatidi di vario genere: folaghe e gallinelle d'acqua, fistioni, volpoche, germani e alzavole che, a migliaia, scelgono questi territori per far nascere e crescere la prole. Gli ardeidi trovano riparo nel canneto dove nidifica il pollo sultano; non mancano i grandi rapaci diurni come il falco pescatore e il falco di palude, e quelli notturni come il gufo di palude, la civetta e il barbagianni.

Eppure queste zone paludose, veri e propri scrigni di biodiversità, sono ancora vittime dell'incuria, dell'indifferenza, della caccia e del degrado urbano, sta a noi farle conoscere, preservarle e difenderle.

Gabriele Espis

Nato a Terralba nel 1980 si occupa nel tempo libero di fotografia e ambiente.

Ha pubblicato diverse immagini in riviste di settore e di viaggio  ed ha preso parte alla stesura di tre volumi fotografici:  Sardegna 20 storie di Natura edito da Carlo Delfino Editore e curato da Domenico Ruiu, Boschi e Foreste d’Italia edito dall’AFNI,  Una Montagna di Vita volume sui cambianti climatici delle montagne Italiane edito dal CNR.

Nel 2009 è stato finalista al Campionato Italiano di Fotografia Naturalistica e nel 2011nella sezione Natura  del Concorso indetto dalla National Geographic Italia.

È coordinatore della Sezione Sardegna dell’AFNI (Associazione Fotografi Naturalisti Italiani) e socio della LIPU.  In seno a queste associazioni  ha curato diverse mostre fotografiche e  progetti di educazione ambientale in particolare sulla tutela delle zone umide della Convenzione di Ramsar  e su specie a rischio estinzione quali fratino e gallina prataiola.

Foto © Gabriele Espis

Fonte: SpazioRaw.

In sintesi

Dove

Corso di Porta Ticinese, 69, citofono 1933, secondo cortile  Milano

Quando

dal 15 ottobre al 3 novembre 2021

Orario

da lunedì a venerdì: 15.00-19.00, sabato su appuntamento

Costo

ingresso libero