Calendario

Tutto il calendario

Area riservata

Login Ottieni le credenziali

Segnalazioni

A causa dell'emergenza sanitaria in atto le proposte e le segnalazioni potrebbero essere state sospese da Decreti nazionali oppure ordinanze locali. Si consiglia di informarsi in merito a scadenze ed aperture presso gli organizzatori.

Mostre

Cinisello Balsamo (MI) - Sfera Ebbasta. A Visual Story - Aperta fino al 10/01/2021

Parma - I Capannoni a Parma. Storie di persone e di città - Aperta fino al 13/01/2021

Padova - Gino Santini. Fotografie. 1937-1970 - Aperta fino al 13/12/2020

vedi tutte

Concorsi

Roma - Concorso fotografico di Quotidiano Energia 2020 - Scade il 06/12/2020

Nairobi (EAK) - Giraffe Cup 2020 - Scade il 12/12/2020

Civitella Alfedena (AQ) - 10° concorso fotografico nazionale "Civitella" - Scade il 15/12/2020

vedi tutte

Iniziative fotografiche e non

Online - La nuova formula della "Virutal Fair" - Si svolge fino al 27/12/2020

Crema (CR) - I luoghi del cuore FAI - Si svolge fino al 15/12/2020

vedi tutte

Segnalazioni

L'isola della Salvezza. La mostra di Francesco Comello a Palazzo Ricchieri

A Pordenone è stata inaugurata “L’Isola della salvezza”, pluripremiato progetto del fotografo Francesco Comello La mostra, 30 opere in bianco e nero, occupa il piano terra del palazzo nel cuore del centro storico di Pordenone per raccontare l’anima di una comunità spirituale russa nascosta e silenziosa, l’Isola della Salvezza come viene appunto chiamata dagli abitanti del luogo.

Quando ci passi vicino, sulla trafficata strada che da Mosca porta a Yaroslav, quasi non ti accorgi della sua esistenza, eppure è un centro spirituale, educativo e culturale unico in tutta la Russia – spiega Francesco Comello -. Fondata nei primi anni ‘90 da un prete ortodosso, doveva essere inizialmente una confraternita di poche persone, riunite per vivere insieme secondo i principi del vangelo e dei santi padri. Con il tempo è diventata una comunità che oggi accoglie 300 ragazzi, molti dei quali con problemi familiari”. Niente Tv, internet, cellulari e niente denaro, considerati mali della società. Si zappa la terra, si studia, si balla. Si forgia l’anima e si allena il corpo. I valori supremi sono Dio e la patria. “Potremmo considerarla un’utopia educativa fuori dal mondo – aggiunge - dove l’impegno di tutti per un cambiamento individuale e per una crescita armoniosa mantiene viva la speranza”. Il progetto di Francesco Comello ha vinto nel 2017 il terzo premio al World Press Photo nella categoria Vita Quotidiana e Storie: “È un grande onore per noi esporre una cosi preziosa selezione di fotografie – commenta l’Assessore alla Cultura di Pordenone Pietro Tropeano –. Il nostro Comune è socio del CRAF e da molti anni partecipa alla rassegna e alle attività del Centro, polo di riferimento per la fotografia e per i fotografi della regione”. Il CRAF ha scelto questa narrazione fotografica per testimoniare il “cambiamento”, come fil rouge e trait d’union del trittico di mostre che compongono il programma della 34ma rassegna Friuli Venezia Giulia Fotografia. “Siamo partiti dal cambiamento climatico e dalle sue ripercussioni sulla sopravvivenza dell’uomo con Alessandro Grassani – commenta il direttore del CRAF Alvise Rampini - passando attraverso le opportunità che offre una comunità educativa russa raccontata da Francesco Comello, e concluderemo l’edizione a febbraio con il fotografo francese Yann Arthus-Bertrand che propone il suo progetto Home, dedicato alla metamorfosi del nostro pianeta”. Al centro di questo format c’è l’uomo, vittima delle sue azioni nei confronti di una natura ferita che implora un deciso cambiamento. Le fotografie di Francesco Comello parlano, tra luci e ombre, della vita comunitaria con lirismo struggente e rivelano al pubblico l’esistenza di una società possibile e diversa da quella che viviamo, generatrice di conflitti, disparità e disuguaglianze: “In questo suo mondo senza tempo – afferma - impariamo a riappropriarci del tempo e del senso più profondo della vita”. All’autore verrà conferito il premio Friuli Venezia Giulia Fotografia per un autore regionale. La cerimonia di consegna, nel rispetto delle restrizioni per l’emergenza sanitaria, si terrà all’interno di Palazzo Ricchieri con autorità e stampa, mentre sull’account facebook del CRAF si potrà partecipare “virtualmente” alla diretta: “La situazione che stiamo vivendo ci costringe a fare delle scelte drastiche per tutelare il pubblico – afferma il presidente del CRAF Enrico Sarcinellil’occasione però è molto importante e l’albo d’oro si arricchisce di un talento regionale cui auguriamo un lungo e luminoso percorso professionale”.

Fonte: Craf - Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia.

A causa dell'emergenza sanitaria in atto le proposte e le segnalazioni potrebbero essere state sospese da Decreti nazionali oppure ordinanze locali. Si consiglia di informarsi in merito a scadenze ed aperture presso gli organizzatori.

In sintesi

Dove

Palazzo Ricchieri, Museo Civico d'Arte  Pordenone

Quando

dal 9 ottobre al 15 novembre 2020

Orario

sabato e domenica: 15.00-19.00

Costo

ingresso libero e contingentato